Da dove nasce

L’azienda Casale del Frate fa parte dell’ex feudo Fatarso, terre vocate dai tempi remoti alla coltura della vite e dell’ulivo. Ubicata sulla direttrice di un antico asse viario che collegava gli insediamenti di Selinunte, Alicia (Salemi) e Segesta, era luogo di transito e di stazionamento dei commerci di vino e olio già nell’antichità.

La storia

Nel XV secolo il feudo entrò nel patrimonio dei Gesuiti che favorirono la nascita della Masseria del Fartarso, luogo di meditazione spirituale, culturale e di operosità nella coltivazione della terra. Durante questo periodo il Casale, non lontano dalla masseria, raggiunse il suo massimo splendore.

La Famiglia Gambina

In tempi più recenti, parte del feudo diventa proprietà della Famiglia Gambina, tutt’ora impegnata nella coltivazione dei vigneti e degli uliveti in regime biologico. Il paesaggio è collinare, dove la vite e gli ulivi si intrecciano con naturale armonia e dove l’uomo, nel tempo e nel rispetto dell’ambiente, ha dedicato alla loro coltivazione queste aree naturalmente vocate. Terreni marmosi, ricchi di minerali, dotati di buona fertilità e con un clima temperato ad una altitudine di circa 300 metri s.l.m., contribuiscono a fornire produzioni eccellenti e di grande personalità.

Casale del Frate

Amiamo questa terra da tre generazioni

Inizio

Nel 2000 Franco Gambina inizia un piano di ristrutturazione aziendale, con un chiaro obbiettivo: produrre in prima persona vino ed olio di altissima qualità col marchio Casale del Frate.

Mission

Incoraggiamo la biodiversità perchè la natura ha il ruolo più importante. Quando questo ecosistema è in equilibrio, quando non è forzato dall’uomo anche le piante e i loro frutti sono sani e nutritivi. Per queste motivazioni coltiviamo i nostri terreni con metodo biologico: una scelta naturale.

Staff

Lo staff aziendale segue costantemente tutte le fasi di coltivazione dei vigneti, degli uliveti e di trasformazione della produzione, applicando tecniche innovative, nel rispetto delle procedure di coltivazione biologiche.